Turbante di pesce bandiera

Pesce bandiera, pesce spatola, pesce sciabola sono solo alcuni dei nomi di questo pesce dall’aspetto nastriforme che vive nel Mediterraneo. Viene pescato tutto l’anno, ma in estate si avvicina alla riva per deporre le uova ed più frequente trovarlo in pescheria ad un prezzo più basso. La polpa è soda, si sfiletta con facilità (in questo caso ci ha pensato il pescivendolo), non è necessario togliere la pelle che è morbida e senza squame.
Questo mese per la rubrica di Giugno de l’Italia nel piatto i magnifici prodotti della pesca e per la Sicilia dei buonissimi turbanti di pesce bandiera su una salsa di patate allo zafferano.

Ingredienti per 4 persone:


Pesce bandiera: 4 filetti di 40 cm cadauno
Mollica di pane grattugiata: 2 etti
Cipolla: mezza
Prezzemolo: un ciuffo
Alici sott’olio: 5
Olive verdi: circa 10 denocciolate
Capperi sotto sale: un cucchiaio
Mandorle: una manciata
Pistacchi: una manciata
Olio evo: q.b
Pepe: q.b.

Per la salsa:

Patate medie: 3
Aglio: uno spicchio
Olio, sale, pepe: q.b.
Zafferano in polvere: una bustina

Preparate la farcia: tritate la cipolla finemente, le mandorle e i pistacchi. A parte frullate le olive, i capperi e l’olio fino ad ottenere una crema. Fate rosolare la cipolla con un filo d’olio e aggiungere le alici, il trito di frutta secca e la crema ottenuta. Aggiungete il pane grattugiato e il prezzemolo; lasciate dorare.
Su un tagliere sistemate il filetto di pesce poggiato sulla pelle e condite con un filo d’olio, quindi distribuite in maniera omogenea la farcia, premendo con le mani e arrotolate partendo dalla parte più stretta. Fissate il turbante con un pezzo di spago e sistemate su una teglia unta con poco olio. Procedete fino a farcite tutti i filetti. Infornate a 200°C e cuocete per 20 minuti. A fine cottura rimuovete lo spago.
Nel frattempo, in un tegame insaporite un filo d’olio con uno spicchio d’aglio e fate rosolare le patate sbucciate e ridotte a tocchetti. Condite con sale e pepe e coprite con acqua. Fate cuocere. Ultimate la cottura, aggiungete lo zafferano in polvere e frullate con un mixer ad immersione fino ad ottenere una crema liscia. Ottenete la consistenza giusta aggiungendo un po’ di acqua o facendo addensare sul fuoco. Aggiustate di sale e pepe.
Distribuite sul fondo del piatto la salsa di patate, ponete al centro il turbante di pesce bandiera e buon appetito!

In giro per l’Italia:

8 pensieri riguardo “Turbante di pesce bandiera”

  1. Che bella ricetta, Anna Lisa, te la copio di sicuro, non è facile trovare il pesce sciabola qui da me, ma per fortuna adesso almeno saltuariamente è possibile, allora ne faccio incetta, lo pulisco e lo surgelo. Un bacione

  2. Ma sai che proprio qualche anno fa avevo fatto degli involtini di pesce spatola "alla siciliana" che effettivamente erano molto simili? Mi fa piacere di avere interpretato abbastanza bene una cucina per cui nutro un infinito rispetto.
    Io però li avevo poi cotti in umido, e devo dire che anche così avevano il loro perché 😉

  3. ecco un modo raffinato ma molto appetitoso di preparare il pesce spatola!
    a me piace molto il pesce spatola ma lo preparo solo alla pizzaiola, mi segno la tua ricetta!
    un bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *