Cassatedde di ricotta

Le cassatedde di ricotta sono il mio dolce preferito. La mia mamma lo sa bene e per ogni mio compleanno le candeline le infilzavo su queste mezzelune dorate. Ripiene di ricotta con un pizzico di cannella sono un dolce tipico siciliano al pari del cannolo, ma più popolari e casalinghe, tramandate di madre in figlia. Oggi le preparo per la mia mamma: Auguri!

Ingredienti:

Farina 00: 500 g

Zucchero 30 g

Olio d’oliva: 30 g

Acqua tiepida: 200 ml

Vino passito: 20 ml

Sale: un pizzico

Per la farcia:

Ricotta: 500 g

Zucchero: 150 g

Cannella: un cucchiaino

 

In una ciotola miscelate tutti gli ingredienti tranne l’acqua che aggiungerete mano mano che l’impasto prende consistenza. La quantità di acqua indicata è indicativa poiché potrebbe bastarne poco meno o poco più a seconda di quanto ne assorbirà la farina usata. Ottenete un panetto e lasciatelo riposare sotto la ciotola capovolta che avete usato per 30 minuti. Nel frattempo setacciate la ricotta e aggiungete zucchero e cannella. Stendete la pasta sottilmente e coppate dei dischi di 8 cm di diametro, quindi ponete al centro un po’ di farcia, richiudete a mezza luna e sigillate con i rebbi di una forchetta. Friggete in abbondante olio di arachide, scolate e passate nello zucchero semolato. Buonissime anche se anziché nello zucchero vengono glassate con miele d’arancio e se nella farcia vengono aggiunti pezzetti di cioccolato fondente al posto della cannella.

 

Banana bread

Adoro questo periodo dell’anno. Sa di rinascita, come quando si torna da un lungo viaggio, si entra in casa e si aprono le finestre. Tutto è lì come lo hai lasciato, ma una luce nuova investe ogni cosa.

Banana bread

Perché se in dispensa hai lasciato delle banane quelle ti aspettano con la faccia tutta nera 😉

Questa ricetta vien da molto lontano, oltre oceano direi e si presta a mille personalizzazioni. Il profumo e il sapore ha conquistato tutti, persino i più scettici. Provare per credere.

Ingredienti (per uno stampo da plumcake):

Farina 00: 250 g

Zucchero semolato bianco: 180 g

Burro: 115 g

Uova: 2

Banane: 3 mature

Latte: 60 ml

Estratto di vaniglia: 1 cucchiaino

Lievito per dolci: 8 g

Bicarbonato di sodio: 2 g

Sale: un pizzico

Una manciata di pezzetti di cioccolato fondente (solo per i più golosi)

Serve solo una ciotola e una frusta manuale o elettrica. Se come me amate le banane e difficilmente riuscite a farle annerire, servitevi di una grattugia a denti grossi per aggiungerle all’impasto.

Personalmente  preferisco cake morbidi e friabili, quindi ho sciolto il burro al microonde e ho unito allo zucchero. In alternativa, per una consistenza più compatta, montate il burro a temperatura ambiente con lo zucchero. Quindi aggiungete uno alla volta le uova, di seguito il latte, la vaniglia e le banane grattugiate. A questo punto unite le polveri ben setacciate. Solo alla fine cioccolato o frutta secca come preferite.

Mettete in forno, al penultimo ripiano in basso, a 180°C per 50 minuti. Sfornate e fate raffreddare per 10′ prima di sformare. Tagliate delle fette spesse almeno 2 cm e, se resistete, potete intervallarle con quadrati di carta forno e congelarle. Resistono bene per un mese.