Zuppa di lenticchie nere e bietole rosse al profumo di mare

Arrivato l’inverno o comunque iniziato novembre ogni settimana, circa a metà, c’è sempre il momento della zuppa, di legumi quella che preferisco. Con molto brodo, bollente. Niente pasta, al massimo orzo e farro, ma rigorosamente con croste croccanti di pane fragrante. Siccome le amo e fanno pure bene, scelgo con cura gli ingredienti, non cedo al soffritto, nessun insaporitore di dubbia fattura, ma solo spezie a piacer mio, sale grosso alla fine e con parsimonia e un filo d’olio al peperoncino. 
Io parto sempre a freddo, mettendo nel tegame un trito di carote sedano e cipolle, due pomodorini tagliati in quattro e una piccola patata tagliata in otto. I legumi messi a mollo la sera prima solo se previsto, ben sciacquati e poco meno di due litri d’acqua per due persone. Metto il coperchio. Accendo il fuoco piccolo a fiamma viva e appena bolle e la pentola borbotta, abbasso la fiamma, sposto il coperchio lasciando uno spiraglio e lascio cuocere 40-50 minuti rimestando di tanto in tanto. Controllo la cottura e aggiungo il sale, lascio cuocere altri 10 minuti e spengo. Al piatto aggiungo un filo d’olio e mi piace proprio così, ogni volta.
Non ho mai pubblicato una zuppa proprio perché il mio modo di cucinare è così basico e scontato, ma è quello che preferisco e se una cosa ti piace così perché cambiarla?
Mai dire mai con le sfide dell’MTC, la vincitrice della sfida n°52 Vittoria Traversa ha svelato le ricette di due buonissime zuppe e che non si dica che io non voglia condividere con lei una zuppa parimenti deliziosa!

Ingredienti per 4 persone:

Lenticchie nere: 300 g
Carota: 1
Sedano: 2 coste
Cipolla: 1
Prezzemolo: 2 ciuffetti
Pomodorini: 4
Bietole rosse: un mazzo
Aglio: 1 spicchio
Peperoncino: 1 piccolo
Olio evo: q.b.
Bottarga di tonno: un cucchiaino
Sale: q.b.
Pane rustico: 4 fette
Le lenticchie nere non hanno bisogno di ammollo, quindi lavatele e mettetele in un tegame con un trito fine di carota, sedano e cipolla. Tagliate in due i pomodorini e aggiungeteli insieme al prezzemolo. Aggiungete due litri di acqua e lasciate cuocere per 30 minuti dal bollore. Poi salate e ultimate la cottura.
Pulite e lavate le bietole, lasciatele integre per la lunghezza incidendo a metà le coste così da renderle più flessibili. Mettetele in una ciotola e coprite bene con pellicola, fate cuocere al microonde per due minuti alla massima potenza. In questo modo eviterete di sbollentarli in acqua e perdere il bel rosso delle coste. 
In una padella scaldate un filo d’olio con lo spicchio d’aglio e il peperoncino, aggiungete le bietole cotte ma ancora croccanti e terminate la cottura in padella. Non aggiungete sale bensì mezzo cucchiaino di bottarga di tonno. Mettete da parte.
Nella stessa padella dove avrete cotto le bietole, aggiungete un filo d’olio e tostate due fette di pane rustico tagliato a cubetti. 
In una fondina ponete un mescolo abbondante di lenticchie, sistemate al centro un nido di bietole rosse e al centro di esso qualche crostino di pane. Finite con un giro d’olio e una spolverata di bottarga. 
Con questa zuppa deliziosa e profumata partecipo alla sfida numero cinquantatré dell’MTC

Golosotti “tutt’eNergi”

Ancora una ricetta facile facile con la novità più buona dell’anno. I Nergi! Sono piccoli kiwi, dolci, pronti da gustare perchè non si sbucciano, sono facili da trasportare per una merenda fuori casa gustosa, genuina e ipocalorica. I golosotti sono dei bicchierini ripieni di pannacotta alla vaniglia e uno strato golosissimo di purea di kiwi appena dolcificato con un cucchiaio di miele. Si possono preparare in anticipo e conservare in frigorifero fino a 2 giorni. Ottimo dolce al cucchiaio di fine pasto o spuntino goloso.
Per 4 bicchierini:

Panna fresca: 250 ml
Zucchero: 80 g
Vaniglia in bacca: mezza
Gelatina in fogli: 3 
Kiwi Nergi: 2 vaschette da 125 g
Miele: 2 cucchiai
Mettete a bagno la gelatina in acqua fredda per circa 5 minuti. Nel frattempo sciogliete lo zucchero nella panna e scaldate il tutto mettendo in infusione la mezza stecca di vaniglia. Scaldate fino a poco prima del bollore, aggiungete la gelatina idratata e ben strizzata e fate sciogliere bene. Passate la pannacotta attraverso un colino a maglie strette e distribuitela nei bicchierini arrivando a metà, fate raffreddare e poi riponete in frigorifero per almeno 2 ore. Passate le 2 ore, preparate la purea di kiwi. Lavate i kiwi e divideteli in 2, frullate tutto aggiungendo il miele. Setacciate per rimuovere i semini e la pellicina sottile del frutto e versatela sulla pannacotta ben fredda. Conservare in frigorifero fino al momento di servire.