Rose curcuma e radicchio

Un’idea semplice e d’effetto per un pranzo fuori porta: lasagnette express tanto gialle che fanno già primavera. Orlate a festa con la rotella seghettata. Farcite come più vi piace e il gioco è fatto! 

Ingredienti (per 4 persone):


Per la pasta
Farina 00: 200 g
Uova: 2 medie
Sale: mezzo cucchiaino
Curcuma in polvere: un cucchiaino e mezzo

Per la farcia
Besciamella*: 700 g
Radicchio: un cespo
Cipolla: 1 piccola
Vino rosso: mezzo bicchiere
Parmigiano reggiano: 2 cucchiai
Sale, pepe: q.b.
Latte: qualche cucchiaio

*Besciamella
Farina 00: 40 g
Burro: 40 g
Latte: 620 g
Sale, noce moscata: q.b.
Preparate la pasta. Aggiungete la curcuma e il sale alla farina, sistemate a fontana e al centro aprite le due uova. Impastate fino a rendere l’impasto omogeneo e liscio, quindi lasciate riposare per almeno mezz’ora a temperatura ambiente sotto una ciotola. 
Preparate la farcia. In un padella con un filo d’olio stufate una piccola cipolla tritata, aggiungete il radicchio a pezzetti e fate appassire. Sfumate con il vino rosso e aggiustate di sale e pepe. Tenete da parte. In un tegame sciogliete il burro, aggiungete la farina e amalgamate bene il tutto. Versate il latte e miscelate con una frusta rompendo gli eventuali grumi. Al bollore, abbassate al minimo la fiamma, mescolate di continuo per almeno 15 minuti. Salate e dosate la noce moscata.
Quando la besciamella sarà pronta, aggiungete il radicchio stufato e il parmigiano.
Con l’aiuto di una sfogliatrice, stirate la pasta in maniera sottile e ricavate delle lasagne dalle dimensioni di 50×5 cm con la rotella seghettata. Sbollentate la pasta in acqua salata e freddate in acqua e ghiaccio. Quindi con l’aiuto di un sac à poche distribuite al centro di ogni lasagna la farcia. 
Piegate la lasagne nel senso della lunghezza e arrotolate a rosellina. Sistemate 3 rose in piccole terrine da 12 cm circa oppure in numero maggiore in una teglia più grande. Per evitare che si secchino durante la cottura, aggiungete qualche cucchiaio di latte negli spazi vuoti tra le roselline di pasta. Infornate a 180°C per 20 minuti. Servite tiepide.

Ravioli di ricotta per l’Italia nel piatto

Da questo mese la rubrica L‘Italia nel piatto ci riserva solo un appuntamento mensile, ma con ricette regionali nuove e con l’Italia tutta al completo.
L’argomento di Ottobre è la pasta fresca e quella che vi propongo oggi è ben conosciuta soprattutto nella parte sud-orientale dell’isola. Sono dei ravioli ripieni di ricotta dolce solitamente conditi con sugo di maiale. Tipici soprattutto in provincia di Ragusa, la loro particolarità sta appunto nella dolcezza della ricotta; la ricetta originale prevede infatti di condirli con sugo di maiale preparato partendo esclusivamente da concentrato di pomodoro fatto in casa (u’strattu) allungato con acqua. Il sugo che ne deriva è molto sapido e perciò si usa dolcificare la ricotta del ripieno. 
Un piatto sicuramente molto saporito e tipicamente invernale.
Ingredienti per 4 persone:

Farina di semola di grano duro: 250 g
Uova: 2
Sale: un cucchiaino
Ricotta vaccina: 400 g
Zucchero: 2 cucchiai
Maggiorana: un rametto

Impastate la semola con le uova e tirate la sfoglia a mano se siete degli esperti oppure a macchina, come me, fermandovi al penultimo scatto. Coppate dei cerchi di 9 cm di diametro. Schiacciate con una forchetta la ricotta, ben sgocciolata e soda. Aggiungete lo zucchero e condite con la maggiorana fresca. Ponete al centro di ogni dischetto un mucchietto di ricotta e richiudete a mezzaluna premendo bene lungo i bordi. 
Cuocete in abbondante acqua salata fino a quando non saliranno a galla, circa 3-4 minuti.
E adesso girate per l’Italia alla scoperta della Pasta Fresca: