Pastiera di riso giallo ai formaggi

Che profumo di cose buone! 
L’ennesima torta salata, la sua, buonissima! Non c’è altro da dire, c’è solo da mettersi grembiule e lavarsi le mani!

Ingredienti per uno stampo da 21 cm

Per la pasta frolla salata

Farina 180 W: 200 g
Fecola di patate: 20 g
Burro: 125 g
Maltitolo: 45 g
Parmigiano: 25 g
Uova: uno intero e un tuorlo
Sale: 4 g
Noce moscata: un pizzico

Per il ripieno

Riso Vialone nano o riso per minestre: 60 g
Latte. 240 g
Zafferano in polvere: 1 g
Burro: 10 g
Sale: 2 g
Ricotta: 120 g
Uova: 1
Scamorza affumicata: 50 g
Parmigiano: 25 g
Emmentaller: 50 g
Gorgonzola: 50 g
Prosciutto cotto: 100 g

Per la pasta frolla, impastate con la frusta a foglia il burro morbido, il maltitolo, il sale e la noce moscata. Poi, aggiungete a filo le uova fino a che non si siano perfettamente incorporate e alla fine le farine. Impastate poco e mettere a riposare in freezer per 30 minuti. 
Per il ripieno, fate cuocere a fuoco bassissimo per almeno 20 minuti il riso, latte, zafferano, burro e sale. Una volta cotto in una ciotola amalgamate il riso con la ricotta, l’uovo, il parmigiano e il resto dei condimenti tagliati a cubetti.
Rivestite una tortiera con la pasta frolla, bucherellatela e versate il ripieno. Decorate con strisce di frolla a modo di crostata della nonna. Infornate a 180°C per 25 minuti. 
Con questa ricetta vi avanzerà un po’ di frolla, io la conservo in freezer e all’occorrenza ci confeziono dei deliziosi biscotti salati, insaporiti con paprika o semi di girasole.

Con questa ricetta partecipo al contest “I FORMAGGI” DEL BLOG IL RISOTTO PERFETTO

Pranzo…fuori porta

Oggi una ricettina veloce veloce ma tanto buona, ottima per una gita all’aperto con pranzo a sacco annesso. Con il tempo bello ci si annoia a stare rinchiusi in casa e con la primavera si da via libera a torte salate, facili da trasportare, insalate fresche, tortine mignon. Tutto quello che si può preparare in anticipo e consumare anche freddo. Io, per pranzare sui prati, dovrò aspettare tre lunghe settimane; nel frattempo però ne ho preparato una, buonissima, una torta salata, delle sue!
Crostata Linzer alla composta di melanzane


Per la mia tortina in foto (stampo 18 cm) ho ridotto a metà le dosi della ricetta originale, nonostante ciò il ripieno è avanzato: nessun problema l’ho sistemato in una terrina spennellata d’olio e spolverizzata con pan grattato, ho affogato dentro qualche fettina di scamorza, ancora un po’ di pan grattato sopra e l’ho cotta in forno assieme alla torta. Non sto qui a spiegarvi la bontà! La quantità di frolla montata ottenuta con metà dose, invece è bastata pelo pelo, quindi di seguito vi elenco gli ingredienti ridotti di un terzo cosicché la vostra riuscita sia migliore della mia, perlomeno nell’aspetto! 

Per la frolla montata

Burro: 165 g
Parmigiano: 65 g
Farina di mandorle: 50 g
Sale: 8 g
Uova: 80 g
Farina 180 W: 115 g
Fecola di patate: 50 g
Montate il burro a temperatura ambiente con il parmigiano e la farina di mandorle, aggiungete le uova fino a che il composto non sia perfettamente omogeneo. Solo adesso incorporate a mano la farina, la fecola e il sale. Tenete da parte a temperatura ambiente.
Per la composta di melanzane

Melanzana: 1 media
Pecorino: 25 g (io, romano)
Olio EVO: 10 ml
Amido di mais: 15 g
Uova: 50 g
Sale, pepe, aromi (io, salvia): q.b.
Il boss scrive di friggere la melanzana per intera; io ho già tantissimi sensi di colpa per l’iniezione di colesterolo che farò ai miei commensali, che di mettere ancor più a dura prova il loro fegato non ci penso minimamente. 
Tagliate per lungo la melanzana, intagliatela nella polpa e conditela, poco, con olio, sale e pepe. Mettete in forno a 200°C per 30 minuti. Trascorso il tempo con un cucchiaio prelevate la polpa, mettete tutto in un mixer e frullate con il resto degli ingredienti. 
Con l’aiuto di un sac à poche a bocchetta rigata e tanta forza bruta, aggiungo, formate il fondo della tortiera e i bordi, quindi posizionate qualche fettina di scamorza affumicata sul fondo e la composta di melanzana. Formate sulla superficie delle strisce di pasta frolla come la celeberrima crostata linzer alla confettura ai frutti rossi.
Infornate a 180°C per 35 minuti.