Un accenno di primavera: le fave