Non è così verde…

Questo blog è agli albori, manca ancora una presentazione (del blog e dell’autrice), ma scrivere a comando chiude la mente e paralizza le dita.  Molto meglio seguire il corso delle ricette e scoprirsi poco a poco.
Qualche giorno fa mi è stato regalato, in seguito ad una mia informale richiesta, un bel broccoletto tanto verde e tanto tenero che si sarebbe prestato anche alla più più semplice e banale preparazione (cotto a vapore e un filo d’olio evo). Ma non vivo da sola (per mia fortuna) e per fare apprezzare certi ingredienti bisogna trasformarli un po’. Ho preparato…
Risotto verde spumeggiante al capocollo





Riso vialone nano: 250 gr
Scalogno: 1 piccolo
Vino spumante secco: mezzo bicchiere
Broccoletto verde: 500 gr
Capocollo stagionato: 2 fette alte 1 cm
Burro: 2 noci
Ho sbollentato il broccoletto in acqua salata e poi saltato in padella con lo scalogno e una noce di burro. Ho lasciato da parte 2 cimette per decorare il piatto e ho passato al minipimer i broccoli. Ho tostato il riso, aggiunto il capocollo stagionato fatto a cubetti e sfumato con lo spumante. Ho cotto il riso aggiungendo l’acqua di cottura del broccoletto, a metà cottura ho aggiunto la crema verde e a fine cottura ho mantecato con una noce di burro. 
Piccola nota: non ho aggiunto sale, tantomeno pepe in quanto il capocollo è stagionato e la parte esterna è ricoperta di pepe nero.
Per me una bontà, per il mio maritino: “…non è poi così verde” (le sue parole) e il piatto vuoto!

Il mio primo post

C’è sempre una prima volta. Spesso non si sa se sia veramente la prima o magari l’unica, ma quando si decide di creare un blog ci si augura non sia l’ultima. 
Il mio primo post è su un tortino evergreen nella mia cucina, tanto goloso, tanto invernale, tanto Comfort Food.

Tortino al cioccolato




Adoro questi dolcetti, ma ancor più li amano i miei amici che non perdono occasione nel ribadirmi che sono in assoluto i più buoni.
Sono solita prepararli con largo anticipo, o meglio proprio quando ho voglia di pasticciare senza colpo ferire. Mi spiego: li preparo quando non ho niente da fare, li porziono in piccoli pirottini in silicone e li metto in freezer in attesa di qualche serata tra amici o semplicemente di una fredda serata feriale.

Per 6 tortini

Burro: 80 gr
Cacao amaro in polvere: 10 gr
Cioccolato fondente 70%: 150 gr
Farina 00: 20 gr
Sale: un pizzico
Uova: 2 più un tuorlo
Vaniglia: i semini di mezza bacca
Zucchero a velo: 90 gr
Per prima cosa bisogna sciogliere a bagnomaria o al microonde (io lo preferisco) il burro e il cioccolato fondente. Nel frattempo sbattere con le fruste le uova (tuorlo extra compreso) con lo zucchero a velo e la vaniglia. Continuate per circa 10 min, nella ricetta non c’è lievito, quindi incorporare un po’ di aria farà gonfiare il tortino e gli conferirà maggiore leggerezza al palato. A questo punto unite a filo il cioccolato e il burro fusi, ancora qualche giro e le fruste lasceranno spazio alla spatola e lavoro di gomito. Incorporate tutte le polveri precedentemente setacciate, con una spatola procedendo dal basso verso l’alto cercando di non fare smontare il composto. Riempire per  3/4 i pirottini e… 

  1. Se non riuscite a resistere: infornate a 180°C in forno statico preriscaldato
  2. Se  prepararli ha già colmato la vostra voglia di dolcezza, adagiate sopra un quadrato di alluminio e conservate in freezer, al momento giusto accendete il forno, tirateli fuori, togliete la copertura di alluminio e premete al centro mezzo quadratino di cioccolato al latte e… 

Buona serata